Contropatie del ginocchio

Per condropatia intendiamo qualsiasi disturbo o malattia della cartilagine, traumatica,congenita o acquisita. La valutazione dello stato di salute della cartilagine può essere eseguita con varie tecniche strumentali:
1) RX (in carico mono e bi podalico) per la valutazione della ampiezza delle rime femoro-tibiali
2) ARTROGRAFIA con mezzo di contrasto, utile in caso di fessurazioni meniscali e cartilaginee
3) TC RM , è l’esame diagnostico più usato perché attualmente risulta il più efficace ed affidabile nella valutazione del tessuto cartilagineo.

CLASSIFICAZIONE DELLE PATOLOGIE CARTILAGINEE
– Fase edematosa: è presente un rammollimento della cartilagine. È difficilmente evidenziabile anche con la RM
– Fase fibrillare: rammollimento e scomposizione della cartilagine
– Fase erosiva: iniziale patologia di II° e III° dove si ha l’iniziale esposizione dell’osso sub condrale
– Condromalacia/Condropatia conclamata: lesione a tutto spessore del tessuto cartilagineo con esposizione a fattori predisponenti malattie importanti del tessuto osseo.

Fattori predisponenti:
1) Congenito
2) Biomeccanico

Il fattore Biomeccanico è il maggiore responsabile delle patologie cartilaginee, la mancanza di congruenze ossee e coordinazione muscolare delle varie componenti dell’articolazione femoro-rotuleo risultano deleterie per la salute del nostro ginocchio. Un ginocchio varo o valgo, una iperpressione interna o esterna della rotula predispongono un uso scorretto dell’articolazione femoro-rotulea e
causano una sollecitazione delle componenti cartilaginee dei distretti articolari appena citati.
Una flessione maggiore di 80° obbliga la rotula lateralizzata a toccare con forza la troclea femorale, causando una lesione condrale acuta, che a lungo andare instaura la patologia.

TRATTAMENTI
I trattamenti possono essere di tipo chirurgico e di tipo conservativo. Per quanto riguarda i trattamenti chirurgici, bisogna consultare i numerosi esperti che ci sono nelle varie cliniche e nei vari ospedali della nostra provincia, nel caso di condropatia conclamate e nelle fasi erosive. Il trattamento conservativo invece serve in tutti gli altri casi ed alcune volte anche nelle fasi erosive di stadio II. Il trattamento della patologia viene svolto nell’ambulatorio fisioterapico con l’ausilio delle varie tecniche e attrezzature a disposizione del laureato in fisioterapia.
Esistono veri e propri protocolli molto efficaci, riconosciuti ed accertati, nella cura di questa patologia che determina problematiche a molte persone, sportivi e non sportivi.
Nel nostro centro sono stati trattati una grande quantità di sportivi afflitti da questa patologia e con le nostre tecniche e i nostri protocolli, sono riusciti a rientrare in campo e a sconfiggere il disturbo definitivamente.

lunedì, Settembre 19th, 2011 Metodiche

No comments yet.

Leave a comment

Seguici Anche Su Facebook

Trattamenti fisioterapia

Link Partner
FILIPPO BERTINI - Viale Luigi Cilla, 41/E - Ravenna (Ra) Cellulari 333 4410176 - 393 4410176 - mail: info@filippobertini.it

Realizzato da: Micaela Vichi
Consulenze Web Marketing Posizionamento motori di ricerca